Piroscafo "Santa Lucia"

 

di Francesco Schiano

Sessant’anni fa, la mattina del 24 luglio 1943, il Piroscafo di linea passeggeri-postale “Santa Lucia” fu affondato da tre aerosiluranti Alleati – quasi certamente Inglesi – mentre era in navigazione dall’isola di Ponza all’isola di Ventotene con destinazione finale Gaeta. L’attacco avvenne a poche centinaia di metri dalla costa di Ventotene.  Dopo due lanci di siluri che le manovre diversive del Comandante  del “Santa Lucia” Cosimo Simeone mandarono a vuoto, un terzo siluro colpì al centro la piccola nave che si spezzo in due ed affondò in pochissimi secondi.  Solo due delle oltre 100 persone, tra passeggeri ed equipaggio, che si trovavano a bordo si salvarono!  Moltissimi Ventotenesi assistettero impotenti e sgomenti a quel proditorio atto di guerra contro il Santa Lucia, che se pure era armato con un cannone navale prodiero e probabilmente di una innocua mitraglietta antiaerea a poppa, residuati bellici della prima guerra mondiale, era pur sempre una nave passeggeri impegnata in servizio civile ben all’interno del territorio o meglio delle  acque territoriali italiane. Comunque certamente non impegnata in azioni belliche.

Passati i primi momenti di sgomento a Ventotene, chiunque possedesse un barca si lanciò sul luogo dell’affondamento in una gara purtroppo vana di trovare qualcuno da salvare. Solo due oltre al Comandante Simeone .

Un idrovolante della Croce Rossa li portò all’ospedale di Napoli. Il comandante  mori pochi giorni dopo a seguito delle ferite riportate. Prima di morire, durante la degenza, non faceva altro che chiedere quante persone si erano salvate.

Solo due, Comandante Simeone, nonostante tu abbia fatto il massimo per salvarle tutte. Ancora pochi metri ed il “Santa Lucia” si sarebbe rifugiato dietro gli sconcigli ed il siluro non avrebbe più potuto colpire la tua nave. Riposa in pace, hai fatto il tuo dovere con onore.

 

Fu un atto di guerra del terrore, come quello del bombardamento dello scalo ferroviario di San Lorenzo a Roma pochi giorni prima, finalizzato ad accelerare la caduta del fascismo??

Fu un errore di data?? Il giorno dopo il 25 Luglio ci fu il famoso Gran Consiglio del Fascismo che decretò la caduta del Fascismo! Due giorni dopo il 26 Luglio mattina una nave si presentò al largo di Ventotene con Mussolini prigioniero a bordo!! 

Forse non lo sapremo mai!!!

 

Oggi le popolazioni dell’Arcipelago Ponziano commemorano, come ogni anno quei morti innocenti. Quest’anno con maggiore solennità: sono passati 60 anni!!!

Il pellegrinaggio del 24 luglio unisce le popolazioni isolane!

 

Sul monumento realizzato da poco a ricordo delle vittime del Santa Lucia è scritto…..a monito contro la stupidità delle guerre…… tutte le guerre anche quelle tra piccole isole dello stesso arcipelago. E’ il miracolo del Santa Lucia!!!????